Home Page > amici >    indice racconti  >  Francesco Politano e le sue poesie                    sei su www.librizziacolori.eu

 

in memoria di mamma Michelina

1.

Sono rami contorti

le dita di mia madre,

tronchi ruvidi le sue

gambe doloranti.

E ondeggiano inquieti

tra i denti d’ottantenne

sintagmi d’affetto.

 

 

 

2.

Ogni notte la mia mamma tremante

si tuffa nelle tenebre d’un Tavor

per ritrovare la sua infanzia quieta.

 

mamma michelina è morta

Mamma Michelina

3.

Mamma se n’è andata.

Ho ancora spine nel cuore

e una stanchezza infinita.

 

francesco politano, poeta

Francesco Politano, poeta

Nonno Peppino

 

Nonno Peppino aveva una forte

paura della morte.

Nell'aldilà (lui pensava)

si sarebbe annoiato "a non poter

parlare" coi morti.

nonno Peppino

nonno Peppino

Franco, come familiarmente lo chiamiamo, è nato a Lago, in provincia di Cosenza, nel 1949. Sposato con una nostra compaesana, oggi vive ad Amantea, dove insegna. Ha pubblicato varie raccolte di poesie, tra le quali ricordiamo: Lirici canti, del 1973; Azzurri rettangoli d'ombre, del 1975; In un guizzo di volpe, del 1978; Il rumore del silenzio, del 1984; Le parole, gli anni, del 1994; Nel bosco dei palazzi, del 2003.

 

Diverse sue opere sono state tradotte in lingua straniera: tra queste,  la raccolta "Le parole, gli anni" in francese;  "Nel bosco dei palazzi" in spagnolo... Nel 1985 riceve il Premio Spoleto per l'opera "Il rumore del silenzio".

 

Nel 2004 sue opere sono state inserite nell'antologia "7 poeti calabresi". Anche diverse riviste ( "Poesia" , "Antigones", ecc.) hanno pubblicato le sue poesie.

 

Nel 2006 Francesco Politano, con l'opera "Nell'Atelier del cuore", vince la 20a edizione del premio internazionale "Giovanni Gronchi" sezione sìlloge di poesie, tenutosi in Pontedera (Pisa). Nel 2009 questa raccolta di poesie viene pubblicata in francese (Dans l'atelier du coeur, Les Amis de la Poésie).

Poesie tratte dalla raccolta "Nell'Atelier del cuore", vincitrice del Premio Internazionale "G. Gronchi", edizione 2006

Eppure nonna Lina

 

Eppure nonna Lina

già colma d'acciacchi

non corruccia lo sguardo

né lancia improperi.

Ma dona a tutti parole

che non storcono la vita.

Stanotte Tonino

 

Stanotte Tonino è un bimbo

inquieto che non riesce a dormire.

E' un bambino che sente ululare

il lupo nell'ascensore.

E nel buio vede gli occhi

rossi dei mostri.

L'ultimo anno di lezioni

 

L'ultimo anno di lezioni

a Longobardi avevano abbattuto

il pino dell'ultima curva.

Ed era crollato il tetto della casa

rustica all'ingresso del paese.

L'ultimo anno di lezioni

mi sentivo tanto stanco dentro.

Esmeralda

 

Appoggiata alla balaustra

della casa anni Venti

col fazzoletto in testa

e il grembiule stretto

Esmeralda parla coi passanti

cortesi e i vecchi amici

della vita che scorre

e dei suoi figli valenti.