Home Page  > indice aggiornamenti > Gente di Librizzi > ricordo      sei su www.librizziacolori.eu  

 

Ricordo

 

Giovanni Aldo Genta

Aldo Genta Aldo Genta

Giovanni Aldo Genta (27 marzo 1920 - 19 giugno 1983) nacque a Messina da Federico Genta, profugo veneto pervenuto in Sicilia a seguito della sconfitta di Caporetto nel corso della prima guerra mondiale, e da Teresa Furnari, una bella siciliana di Librizzi. Fu giornalista sin dall'anno 1948-1949 e lavorò per la Gazzetta di Ivanoe Fossati, per la Stampa di Scardaoni, per la Repubblica di Pezzato, per l'agenzia giornalistica Italia, per l'agenzia Ansa. Diresse Telecomunicazioni, rassegna ministeriale, e fu giornalista parlamentare accreditato della Voce Repubblicana. Fu anche capostampa di autorevoli senatori e morì in Sicilia mentre era al seguito dell'on. Spadolini. Le sue spoglie mortali riposano nel Cimitero di Librizzi.

 

Antonino Puglisi

foto di Nino Puglisi tratta dallo schedario di polizia copertina del libro su Nino Puglisi, Il libertario dei Nebrodi

Antonino Puglisi (Librizzi, 1897 - Messina, 1942), calzolaio, nacque da Tindaro e Maria Puglisi. Fu anarchico e antifascista attivista e senza tentennamenti. Attorno a lui si riunivano i contadini di Librizzi e di San Piero Patti, che più volte rintuzzarono le provocazioni fasciste. Arrestato e inviato al confino in varie località, non demorde dai suoi ideali e dalle sue azioni contro il fascismo. Viene rinchiuso in manicomio e muore al Mandalari di Messina nel 1942: è sepolto in quella città. La sua storia è raccontata nel volume Il libertario dei Nebrodi di Giuseppe Alibrandi, Pungitopo, 2010.