Home Page  >   indice aggiornamenti  > leccornie  > frittuli                          sei su www.librizziacolori.eu

 

Frittuli e frannugghi

 

i frittuli: qui sono in corso di cottura alla macelleria Cafarelli i frittuli alla macelleria cafarelli

Un momento della cottura di frittuli, alla macelleria Cafarelli a San Pancrazio

Se agosto  il mese del castrato (carne di agnello castrato cotta nel forno a legna), che a Librizzi si consuma, per antica consuetudine, in occasione della festa della Madonna della Catena, settembre da noi il mese di "frittuli" e "frannugghi" (o ciccioli).

i frittuli in preparazione alla macelleria di campochiaro nicolino i frittuli in preparazione alla macelleria di campochiaro nicolino i frittuli in preparazione alla macelleria di campochiaro nicolino i frittuli in preparazione alla macelleria di campochiaro nicolino

La preparazione di frittuli alla macelleria di Nicolino Campochiaro, a Colla Maffone

Dopo la festa della Madonna del Tindari (8 settembre), ogni sabato si possono assaggiare queste prelibatezze: non una sagra, ma una sana e antica consuetudine, che si prolunga per tutto l'inverno e bene s'accompagna a un bicchiere di vino locale.

un momento della preparazione di frittuli alla macelleria di peppino rottino a quaddara per la cottura di frittuli - un momento della preparazione di frittuli alla macelleria di peppino rottino un momento della preparazione di frittuli alla macelleria di peppino rottinouna tegola dipinta da peppino rottino raffigurante la vendita di frittuli a colla, con lo sfondo di librizzi centro

I frittuli preparati dalla macelleria di Peppino Rottino: la tegola, dipinta dal titolare della macelleria, rappresenta un momento della vendita di frittuli. Si noti sullo sfondo il panorama di Librizzi Centro.

I "frittuli" sono carne di maiale accuratamente pulita (cotenna, testa, piedi, stinco, coda, interiora: polmone, ventre, cuore, reni, lingua) e bollita per un paio di ore, a fuoco moderato, con sale e pepe nero in una "quaddara" di rame (paiolo).

I "frannugghi" sono ricavati da parti magre e cotenna del maiale, bolliti e poi tagliati a piccoli pezzi e immersi nello strutto: vanno consumati freddi, anche condimento di verdure locali fritte, di pasta e fagioli, o con il pane caldo. Non si pu descriverne il sapore, bisogna necessariamente assaggiarli.

frannugghi