Home Page  >   indice aggiornamenti  > festa Madonna > Festa Madonna della Catena 2008          sei su www.librizziacolori.eu

 

La Festa della Madonna della Catena - 2008

Dal 5 novembre 2012 la Festa di Maria SS. della Catena e di San Michele Arcangelo

 

è iscritta nel Registro delle Eredità Immateriali della Regione Siciliana

 

 

   Clicca qui per vedere il filmato della processione

 

Effigie della Madonna della Catena, venerata a Librizzi

Le immagini sono tratte da fotogrammi di una ripresa video amatoriale da me realizzata nel corso  della Processione della Madonna della Catena

particolare della Chiesa Madre

Librizzi, 17 agosto 2008

 un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione - la legatura

 un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione - il fermo dei braccioli un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione - le offerte

La preparazione della vara per la processione segue un preciso rituale, sotto l'occhio attento del decano dei portatori. La statua viene fissata al fercolo con robuste corde e con fermi in ferro, quindi viene addobbata con le corone, gli ex voto e il mantello.La statua della Madonna della Catena venerata in Librizzi è di marmo ed è giunta in paese nel 1540. E' attribuita ad Antonino Gagini. Era la statua più bella nella bottega dell'artista,  e Librizzi, Gioiosa Guardia e Sorrentini se la contesero: la sorte l'assegnò al nostro paese. Da Palermo a Patti Marina giunse via mare; poi proseguì il suo cammino su un carro trainato da buoi, fino alla Borgata Maisale, dove divenne tanto pesante da non consentire più il viaggio fino a quando un'umile ciaramedda non sparse per l'aria le sue melodie. Oggi il prodigio è ricordato durante la processione, sotto un antico noce.

un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione - le corone un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione - gli ex voto un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione - il mantello un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione  arriva la banda un fedele  un momento della preparazione del fercolo della Madonna per la processione - la vara sull'ingresso i portatori  davanti al sagrato, con don Maurizio davanti al sagrato

statua lignea di san Michele Arcangelo statua lignea di san Michele Arcangelo all'interno della Chiesa Madre  San Michele Arcangelo i portatori di San Michele Arcangelo in piazza San Michele Arcangelo scende dalla Chiesa Madre

La statua di San Michele Arcangelo è in legno, ed è giunta a Librizzi nel 1656. San Michele è il titolare della Parrocchia, mentre la Madonna della Catena è la Patrona di Librizzi. La statua di San Michele fu realizzata a  Napoli su richiesta del "... reverendo padre Claudio di Todaro di questa terra di Librizzi della compagnia di Gesù... per suffragio e aiuto dell'anima del padre e della madre e di tutti i suoi parenti e per onorare ancora la sua patria dove nacque..." (il documento citato è pubblicato a pag. 113 del volume Librizzi di Nino D'Amico)

comincia la processione comincia la processione  gli zampognari la vara nel luogo dove un tempo c'era la Chiesa di San Biagio  in cammino verso il convento in cammino verso il convento  in cammino verso il convento  in cammino verso il convento  i penitenti  la vara raggiunge il cimitero: qui fino all'ottocento c'era il convento dei carmelitani il ritorno in chiesa  la processione si avvia a conclusione pronti per il rientro in chiesa  sul sagrato segni di festa

La processione si muove in una sorta di recinto sacro delimitato dalla Chiesa della Madonna della Catena, in piazza, dal Convento dei Carmelitani, dismesso nel 1873, al cimitero, e dalla Chiesa di San Biagio, dismessa prima del 1831, situata all'inizio dell'omonima via, dove oggi si conclude il percorso a ritroso della vara, dopo la rievocazione, sotto l'antico noce, del prodigio della ciaramedda. La statua di San Michele Arcangelo, provenendo dalla Chiesa Madre, percorre anche il centro storico fino a giungere davanti alla Chiesa della Madonna della Catena, che l'attende sul portale e, allora, esce in processione. In una vecchia foto, forse degli anni trenta, ho visto la statua di San Michele Arcangelo uscire dalla Chiesa della Madonna della Catena, in piazza. In effetti si ricorda che la statua scendeva alla Chiesa della Madonna della Catena la domenica prima della festa, passando per Piazza Posta. In un'altra foto si vede la statua di San Michele che rientra alla Chiesa Madre attraversando la via Umberto I e,quindi, la via San Michele.

la banda estimatori della banda  estimatori della banda estimatori della banda  la bancarella della calia i signori Rifici alla loro bancarella di calia